Savoca e Forza d’Agrò

Savoca e Forza d’Agrò

Savoca, borgo arroccato sopra un colle roccioso, è parte del comprensorio turistico della Valle d’Agrò e dal 2008 è inserita tra i Borghi più belli d’Italia. La città medievale dalle sette facce ha un’economia prevalentemente agricola che però si sta votando al turismo culturale. Conserva, nel suo territorio, antiche vestigia di origine medioevale, rinascimentale e barocca. È famoso anche perché possiede una cripta in cui sono custodite ed esposte le salme imbalsamate di alcuni notabili del paese risalenti ai sec. XVIII e XIX e, per essere stato scelto come set di numerosi film di grande successo, come Il Padrino di Francis Ford Coppola del 1972 e La vita rubata del 2007. Forza d’Agrò, comune parte del comprensorio della Valle d’Agrò e dell’Unione dei Comuni delle Valli joniche dei Peloritani , è situato su un cocuzzolo a 420 m s.l.m. Come un balcone sul mare Jonio, dal suo belvedere è possibile ammirare la costa, con Taormina e Castelmola, la baia di Giardini-Naxos e l’imponente mole del vulcano Etna. I monumenti più rilevanti sono la chiesa madre, dedicata alla Santissima Annunziata (secolo XVI), il convento Agostiniano, la chiesa della Santissima Trinità ed il castello normanno (XIV secolo), del quale rimangono soltanto dei ruderi. Nel 1971, il centro storico di Forza d’Agrò (assieme a quello della vicina Savoca) è stato scelto da Francis Ford Coppola per l’ambientazione di numerose scene de Il Padrino.

Durata: intera giornata ( 8 ore)

Livello difficoltà: media

Skills

Posted on

13 gennaio 2015