I mercati storici di Catania

I mercati storici di Catania

I mercati storici catanesi rimasti ancora  in situ  sono essenzialmente due: la cosiddetta Fera ‘o Luni, situata in piazza Carlo Alberto, e la Piscaria in piazza Alonzo di Benedetto.

La caratteristica comune di questi due mercati è la cosiddetta vuciata (traducibile con “grido”), un “urlo commerciale” atto a pubblicizzare la propria merce o a rivelarne il prezzo, la cui presenza si deve probabilmente alle residue usanze dalla dominazione islamica.
La prima, la fiera di piazza Carlo Alberto, è nota popolarmente come Fera ‘o Luni, cioè fiera del Lune o fiera del lunedì.

La Pescheria di Catania occupa la sua attuale sede dall’inizio del XIX secolo, quando venne creata la galleria per il mercato ittico scavando nel 1814 il terrapieno delle mura cinquecentesche. Col tempo l’esercizio si estese alle vicine piazza Alonzo di Benedetto e piazza Pardo, fino ad arrivare agli archi della Marina su via Dusmet. Oggi è una delle attrazioni turistiche della città, in quanto assume gli odori, i sapori e i colori deisuq islamici, pur trovandosi nella quinta del palazzo dei Clerici e delle mura del ‘500. I prodotti venduti sono quelli tipici della riviera ionica: spigoletrigliepesce spadacozzericci di mare etc.

Skills

Posted on

20 gennaio 2015